« Torna agli articoli

Nuovo statuto

01 aprile 2015 | Michele Testini

Il 31/3/2015 l’assemblea straordinaria dei soci del Canoa Club valtellina ha deliberato la modifica del precedente statuto ecco il nuovo;

STATUTO
Art.1 – Costituita, ai sensi dell’art. 36 e seguenti del Codice Civile, l’associazione ASSOCIAZIONE CANOA CLUB VALTELLINA che ha lo scopo di promuovere, sviluppare e praticare le attività ricreative della canoa, kayak, rafting, canyoning, hydrospeed, kitesurf, kitesnow, trekking, quad, bike, equitazione e qualsiasi altra attività legata all’ambiente dell’acqua e/o della natura nel rispetto e a difesa dell’ambiente naturale. Rientrano nell’attività dell’associazione l’organizzazione e la partecipazione a manifestazioni, competizioni, raduni, gite, escursioni,, La sede dell’associazione ha sede legale in Teglio via Runcasc s.c. 23037 S.Giacomo coincidente con la sede fluviale .

Art 2 – L’attività del sodalizio, estranea ad ogni influenza politica, religiosa o di razza, non persegue scopi di lucro

Coloro che intendono diventare soci dell’Associazione dovranno formulare apposita domanda del Consiglio Direttivo che la valuterà e si esprimerà in merito. Il socio all’atto della presentazione della domanda dovrà prendere visione dello Statuto ed accettarlo integralmente.

I soci cessano di essere tali per:

a) dimissioni volontarie o decesso;

b) morosità, a causa di mancato pagamento della quota sociale annua. La delibera di cancellazione è adottata dal Consiglio Direttivo.

c) radiazione, deliberata dalla maggioranza assoluta dei componenti il Consiglio Direttivo, pronunciata contro il socio, che abbia commesso azioni ritenute disonorevoli entro e fuori dell’Associazione, o che, con la sua condotta, costituisca ostacolo al buon andamento, anche sportivo, dell’Associazione.

Ogni quota o contributo associativo ad eccezione dei trasferimenti a causa di morte e intrasmissibile e non rivalutabile.

Art 3 – Gli organi dell’associazione sono: a) L’assemblea dei soci , b) Consiglio direttivo formato da: Il Presidente, Il segretario e almeno tre consiglieri.

L’assemblea dei soci è sovrana ed è il massimo organo dell’associazione ed è composta da tutti i soci sostenitori ed ordinari in regola con i doveri derivanti dalla iscrizione all’associazione. L’assemblea ordinaria si riunisce obbligatoriamente almeno una volta l’anno entro 4 mesi dalla chiusura dell’Anno Sociale per l’approvazione del Rendiconto Economico Finanziario Annuale (REFA).

Le convocazioni assembleari sono sia collettive (pubblicate sul sito web dell’Associazione) che individuali (attraverso il più idoneo strumento di comunicazione) e devono essere inviate almeno 15 giorni prima della seduta contenendo tutti i dati utili (ordine del giorno, orario e luogo, eventuali documenti utili). Deliberazioni, bilanci e rendiconti dovranno essere messi a disposizione di tutti i soci.

Ogni socio a diritto ad un solo voto secondo il principio del voto singolo previsto dal Codice Civile italiano; per tal motivo non sono possibile deleghe.

E’ fatto divieto divieto di distribuire anche in modo indiretto, utili o avanzi di gestione nonché fondi, riserve o capitale durante la vita dell’associazione, salvo che la destinazione o la distribuzione non siano imposte dalla legge.

E’ espressamente esclusa la temporaneità della partecipazione alla vita associativa. Tutti i soci maggiorenni in regola col pagamento delle quote sociali hanno diritto di voto per l’approvazione e le modificazioni dello statuto e dei regolamenti e per la nomina degli organi direttivi dell’associazione. Tutti gli organi amministrativi sono liberamente eleggibili.

Le cariche sociali durano 4 anni. Alla scadenza del mandato, l’assemblea ordinaria si riunisce per eleggere il Presidente, il Segretario e almeno tre consiglieri. L’assemblea straordinaria è convocata per deliberare sulle modifiche da apportare allo statuto e per l’eventuale scioglimento dell’Associazione. Deve essere convocata quando se ne ravvisi la necessità da parte del presidente, della maggioranza dei consiglieri o da almeno un terzo soci.

Art.5 – Per modificare lo statuto occorre la presenza di almeno la metà più uno degli associati ed il voto dei tre quarti dei presenti. Per decretare lo scioglimento occorre la presenza di almeno i tre quarti degli associati ed il voto dei tre quarti dei presenti. In caso di scioglimento il patrimonio dell’associazione sarà devoluto ad altra associazione con finalità analoghe o di pubblica utilità, sentito l’organismo di controllo (se istituito), di cui all’art.3 comma 190 della legge 23-12-96 n. 662, e salva diversa destinazione imposta dalla legge.

Art 6 – Il presidente viene eletto dall’assemblea dei soci, dura in carica quattro anni, è rieleggibile e ha la rappresentanza dell’associazione di fronte ai terzi ed in giudizio.

Art 7 – Il segretario viene eletto dall’assemblea dei soci, dura in carica quattro anni, è rieleggibile e cura la gestione finanziaria dell’associazione ed è dalla stessa incaricato per tutte quelle iniziative tendenti al raggiungimento dello scopo sociale.

Art.8 – I consiglieri sono eletti dall’assemblea dei soci, durano in carica quattro anni, sono rieleggibili e supportano il segretario nelle iniziative tendenti al raggiungimento dello scopo sociale. Devono essere eletti nel numero minimo di tre.

Art 9

L’esercizio finanziario coincide con l’anno solare.

Art. 10 – SCIOGLIMENTO DELL’ASSOCIAZIONE

Lo scioglimento dell’Associazione è deliberato dall’Assemblea Generale dei Soci, convocata in seduta straordinaria, con l’approvazione, sia in prima che in seconda convocazione, di almeno i 4/5 dei Soci esprimenti il solo voto personale, con esclusione delle deleghe. Così pure la richiesta dell’Assemblea Generale Straordinaria da parte dei Soci avente per oggetto lo scioglimento della Associazione deve esser presentata da almeno 4/5 dei Soci, con esclusione delle deleghe.

In caso di scioglimento dell’Associazione, la stessa Assemblea Generale Straordinaria dei soci delibera sul patrimonio sociale che dovrà essere devoluto ad altra associazione con finalità analoga o avente fini di pubblica utilità, sentito l’eventuale organismo di controllo, salvo diversa destinazione imposta dalla legge.

Art. 11 – NORME INTEGRATIVE

Per quanto non espressamente previsto dal presente Statuto si fa espresso rimando alle vigenti norme in materia di enti non commerciali e di associazioni senza finalità di lucro.

Teglio 31-03-2015

Segretario

Presidente

Michele Testini___________________________

Consiglieri

Aldo Trabucchi___________________________

Michele Villa_____________________________

Simone Rossi____________________________

Giacomo Citarrini__________________

+Copia link